Bonus Nido 2017

Il contributo per il pagamento dell'asilo nido

Dal 17 luglio è operativo il Bonus Nido 2017, il contributo di 1000€ per il pagamento della retta dell’asilo nido pubblico o privato per i bambini dai 0 ai 3 anni. Corrisposto direttamente dall’INPS, il Bonus Nido rappresenta un aiuto importante per i nuclei famigliari con bimbi piccoli e rientra nell’ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie. Vediamo da vicino quali sono i requisiti e le modalità di erogazione del contributo per il pagamento della retta del nido: 

Chi può richiedere il Bonus Nido 2017?
Il Bonus Nido 2017 può essere richiesto dal genitore del bimbo nato o adottato dal 1° gennaio 2016. Il Bonus Nido può essere richiesto da tutte le famiglie con bambini, senza limiti di reddito.

Quali sono i requisiti che il genitore deve avere per presentare la domanda per il Bonus Nido?
Il genitore che presenta la domanda dev’essere colui a cui è intestata la spesa della retta e deve essere in possesso dei seguenti requisiti:
  • Cittadinanza italiana o cittadinanza UE
  • Residenza in Italia
  • Permesso di soggiorno UE per i soggiornanti di lungo periodo
  • Carta di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea
  • Carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’UE
  • Status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria. 
Come si inoltra la domanda all’INPS per il Bonus Nido 2017?
La scadenza per la presentazione della domanda è fissata per il 31 dicembre 2017. La domanda dovrà essere presentata attraverso il servizio online dell’INPS dedicato, oppure attraverso il Contact Center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile o, in alternativa, rivolgendosi agli enti di patronato. Se il genitore desidera usufruire del Bonus Nido per più figli, dovrà presentare una domanda all’INPS per ciascun figlio.

Come viene erogato il Bonus Nido 2017?
Il contributo del Bonus Nido è di massimo 1000€ su 11 mensilità, è erogato tramite rate di importo non superiore a 90,91 euro, dietro presentazione delle ricevute di pagamento della retta. Se le spese effettuate sono inferiori rispetto all’importo mensile, il contributo sarà proporzionalmente ridotto. Il Bonus Nido può essere percepito per un massimo di 3 anni. Ogni mese il genitore deve confermare di possedere i requisiti per poter beneficiare del contributo. Il Bonus Nido viene erogato attraverso la modalità richiesta dal genitore richiedente tra le seguenti:
  • Accredito su conto corrente bancario o postale 
  • Bonifico domiciliato
  • Carta prepagata con IBAN
  • Libretto postale 
Il Bonus Nido prevede qualche incompatibilità?
Il Bonus Nido non è cumulabile con le detrazioni Irpef del 19% per l’iscrizione agli asili nido e con i voucher baby-sitter e asilo nido se questi sono utilizzati nelle stesse mensilità.

Per maggiori informazioni sul Bonus Nido 2017 vi invitiamo a visitare la pagina dedicata sul sito dell’INPS.